Gianroberto Casaleggio arriva all’Autodromo di Imola, per il secondo e ultimo giorno della kermesse Italia 5 stelle, e circondato da attivisti si ferma a parlare qualche minuto con i cronisti. “Governo dei migliori? E’ giusto fare scegliere alla base, perché così gli iscritti saranno responsabili delle scelte, non io o Beppe Grillo“. Il cofondatore del Movimento 5 Stelle elenca anche le tre priorità di un possibile governo grillino. “La prima cosa da fare è eliminare la corruzione con l’onesta, mettere mano alla giustizia, eliminare la prescrizione, mettere persone oneste nelle amministrazioni, i sospettabili non potranno essere scelti”. La grande piattaforma virtuale in cui si incontrano e discutono gli iscritti, ha poi aggiunto, dovrà avere “un’evoluzione e anche un miglioramento”. Ma davanti alla domanda del FattoTv sull’ipotesi di una piattaforma autonoma e gestita solo da attivisti e non dalla Casaleggio associati si limita a un sorriso e a un saluto. “Ora devo andare”  di Martina Castigliani e Giulia Zaccariello