“Noi al governo” è lo slogan scelto per il raduno nazionale a Imola del Movimento Cinque Stelle, che oggi entra nel vivo e si concluderà domenica 18 ottobre. Ritocchi alla legge elettorale permettendo, l’ambizione di vincere al ballottaggio le prossime elezioni politiche è manifesta. E i sondaggi l’alimentano. Ma gli esponenti del Movimento fondato da Beppe Grillo sono percepiti davvero come  maturi per governare senza alleati il Paese? Ne abbiamo parlato con i cittadini in strada. Molti si attendono un successo del M5S alle prossime scadenze elettorali, a cominciare dal comune di Roma, e ritengono che sia arrivato il tempo di mettere alla prova chi si propone come “alternativa radicale al sistema dei partiti“. Numerosi altri la pensano diversamente: è meglio che il Movimento rimanga all’opposizione – sostengono – “perché non sa mediare, è privo di esperienza ed è ancora affetto dal vizio del populismo”. Ma un dato sembra acquisito: i “ragazzi di Grillo” hanno bucato il video e – rispetto al caos dell’esordio – ormai il M5S è percepito come un’organizzazione plurale che agli occhi di molti ha dimostrato di aver imparato a maneggiare gli strumenti della politica istituzionale. E voi come la pensate? Il M5S è maturo per governare? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più di Piero Ricca, riprese Richy Farina