istututo superiore di sanità 675Tra i fenomeni tristemente noti nelle pagine di cronaca dei giornali e nei servizi della tv spiccano ogni giorno troppi e sconcertanti casi di malasanità. E siccome chi è debole e malato dovrebbe essere doppiamente protetto, oggi vorrei parlare di un’associazione che si occupa di tutelare i pazienti da clamorose incompetenze e inefficienze sanitarie (ma anche i medici da giudizi sommari e da discutibili tribunali improvvisati).

Si tratta di Giustacausa, un’associazione no profit presente in tutte le regioni d’Italia (e anche in ambito internazionale) che vanta una rete di collaborazioni con i più importanti studi legali e medici. Una sorta di task force contro la malasanità pensata per assistere e consigliare i cittadini vittime di errori in ambito medico-sanitario.

Chi si trovasse a vivere un episodio di malasanità (vero o presunto) può contare sul contributo di una serie di professionisti disposti a dare precise indicazioni su ogni necessità. Perché troppe persone si ritrovano inermi e disorientate di fronte ai torti subiti, troppe persone temono di intraprendere una costosa azione legale senza avere la più pallida idea degli esiti possibili, preoccupate di non veder riconosciute le proprie ragioni e di aggiungere al danno le beffe. Perché in ogni tipo di “volontariato” l’elemento fondamentale rimane sempre e soltanto uno: mettere al servizio degli altri, in maniera totalmente disinteressata, la propria esperienza e competenza.

Andando al sito troverete una sezione dedicata a chi vuole raccontare la sua storia personale e chiedere le prime informazioni. In ogni caso si può chiamare il numero Verde: 800 67 16 61 oppure mandare una e-mail al seguente indirizzo: info@giustacausa.it.

E poiché questo blog è uno spazio aperto vi chiedo di mandare i vostri suggerimenti e le vostre testimonianze (si spera vivamente, anche di buona sanità).