“Chi come noi si sente ostaggio da due anni e mezzo non può che rallegrarsi che questa situazione viene fuori anche da altre forze politiche” Così Gianluca Castaldi, capogruppo M5S al Senato comunica in Aula l’adesione alla “resistenza passiva“, decisa insieme a tutte le opposizioni, che si limiteranno a votare gli emendamenti al Ddl Boschi, senza intervenire più nella discussione. Poi Castaldi accusa direttamente il presidente del Senato Pietro Grasso: “Lei Presidente ci ha messo all’angolo, stiamo giocando una partita dove una squadra gioca con dei giocatori in più (il gruppo di ‘verdiniani’ ALA) e l’arbitro Moreno“. “Questo accostamento non glielo consento – interviene il presidente dell’Aula – non penso di meritare l’accostamento che lei ha fatto, perché altamente offensivo, sia chiaro”. Castaldi prova a replicare, ma Grasso nega l’opportunità d’intervenire nuovamente