Nell’ultima settimana i canali dei social network tailandesi sono stati invasi da questo video: le immagini mostrano alcuni cadetti della marina tailandese costretti a distruggere i loro smartphone con un cubo di cemento. Secondo quanto raccontato da Associated Press, si tratterebbe di una punizione. I giovani ufficiali avrebbero portato con sé i loro telefoni infrangendo una delle regole della scuola. “Lo avete appena comprato, eh? – si sente dire, probabilmente da un ufficiale – Era costoso?”, aggiunge prima di ordinare ai cadetti a distruggerli, uno dopo l’altro. La clip ha sollevato diverse critiche, per alcuni sarebbe bastato confiscarli. Anche perché la Thailandia è nota per essere uno dei Paesi ai primi posti per l’utilizzo dei social media. Non è chiaro chi abbia girato il video: l’inquadratura fa capire che è stato ripreso con un telefonino, ma la Marina thailandese, sempre secondo l’Associated Press, avrebbe rilasciato una dichiarazione per chiarire che cosa sia davvero successo presso la Information and Technology School: c’è la regola di non portare con sé lo smartphone, hanno detto, ma c’è anche un “sistema d’onore” per cui chi infrange la regola deve “distruggere il  telefono volontariamente”. Il comunicato sarebbe stato pubblicato sul sito della stazione radio della Marina, Voice of Marina (video da Youtube)