Le ha travolte con la sua Ford Fiesta mentre pedalavano in sella alle proprie biciclette. E ha raccontato ai carabinieri di averlo fatto per una vendetta nei confronti dello zio delle due quindicenni con il quale aveva avuto una lite per motivi economici. E’ avvenuto a Marina di Carrara – come racconta Il Tirreno – dove un quarantenne è piombato addosso alle due ragazzine nei pressi di un campo scuola di atletica. Le due sono state scaraventate a terra, hanno riportato alcune ferite, ma fortunatamente non sono in pericolo di vita. L’uomo invece è scappato. Ma quando si è accorto di aver perso la targa anteriore, temendo di essere rintracciato, si è presentato in caserma dove ha raccontato il suo gesto ai militari che hanno raccolto la sua deposizione.

Ai carabinieri ha spiegato di aver volutamente investito le due quindicenni per far del male allo zio delle due, un ex imprenditore con cui il quarantenne stesso ha un legame di parentela. L’uomo – con precedenti alle spalle – è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio nonostante la confessione. L’uomo è stato portato al pronto soccorso dove c’erano le due ragazzine accompagnate dai parenti. Non c’è stato nessun momento di tensione. L’automobilista è risultato positivo ai test tossicologici. Mentre una delle due quindicenni è stata dimessa con una prognosi di dieci giorni, l’altra invece è stata ricoverata per una sospetta frattura a una vertebra cervicale.