La storia che stiamo per raccontarvi è straordinaria e parte da un uomo coraggioso, Gaetano Fuso, salentino doc e affetto da Sla (Sindrome Laterale Amiotrofica) da poco più di un anno e mezzo. Gaetano ha 38 anni, ha una moglie, due figlie ed è completamente immobilizzato. Comunica con un puntatore oculare la sua voglia di vivere. Gaetano ha trasformato il suo motto ‘Io Posso’ in un vasto progetto che ha un unico scopo: migliorare la qualità di vita delle persone affette da malattie neuromotorie. Gaetano insieme ai tanti amici-volontari sono riusciti a realizzare il primo obiettivo. Sarà inaugurato a San Foca (marina di Melendugno) il prossimo 3 agosto, alle 19:30, il primo accesso al mare attrezzato, pensato e costruito per chi soffre di Sla e altre patologie neuromotorie.

Tutti al mare!, realizzato dal Comune di Melendugno e 2He, è un pezzo di spiaggia pubblica adibita, ad hoc, per persone con difficoltà, per permettere loro di godersi il benessere del mare, in compagnia dei propri cari e in tutta sicurezza. Il taglio del nastro avverrà alla presenza di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera. Nello specifico, l’area balneare accessibile è composta da sei postazioni: due sono destinate a persone affette da Sla e quattro a utenti, colpiti da altre disabilità neuromotorie meno gravi. Il progetto garantisce la presenza di personale qualificato (infermiere e Oss), e attrezzature medico-sanitarie adeguate, custodite nel box infermieristico, fulcro vitale di tutta la struttura. La figura di un bagnino specializzato è sempre garantita. Il servizio è offerto gratuitamente tutti i giorni. Per tutte le modalità di prenotazione e di accessibilità si può visitare il portale www.terrazza.ioposso.eu o telefonare al 366 1810331. Per altre informazioni sul progetto, su quelli futuri, am anche sulle modalità di donazione si può consultare il sito www.ioposso.eu, e le pagine facebook e twitter.

“Tutti al mare!”è frutto di tanta volontà, ma soprattutto di tante donazioni. E perché il mare continui a essere di tutti e per tutti bisogna donare sempre. Per onor di cronaca, fino a ora, la somma raccolta ammonta a poco più di € 50.000,00, un importo, che assieme a quello messo a disposizione dal Comune di Melendugno (€ 25.000,00), ha permesso lo start-up in così poco tempo. Ma per garantire il servizio fino al 15 settembre, occorrono tanti altri soldi. Ogni donazione, anche se può sembrare irrisoria, è importante per il raggiungimento degli obiettivi di Io Posso! E allora sì, non solo il mare… è il mondo che diventa alla portata di tutti e per tutti!