Dopo le proteste dei passeggeri rimasti bloccati nell’aeroporto di Fiumicino nei giorni scorsi, l’Ente nazionale per l’aviazione civile ha diffidato la Vueling a intervenire per risolvere i disservizi nelolo scalo romano “pena la sospensione delle autorizzazioni a volare in Italia”. Enac ha sollecitato la compagnia “a garantire ai passeggeri l’assistenza e ripristinare prontamente le condizioni di operatività”. Dal canto suo Vueling ha attribuito la colpa dei disservizi a una delle società che si occupando dei servizi a terra (handling), la Aviation Services, e ha fatto sapere che tutti i voli cancellati sono stati riprogrammati. Nonostante il ripristino, però, sono ancora possibili ritardi. Venerdì la compagnia iberica ha lasciato a terra circa 900 viaggiatori e sabato ha continuato per buona parte della giornata a cancellare voli costringendo i passeggeri a lunghe attese ai check-in.

I disservizi cui fa riferimento il comunicato Enac riguardano la sospensione di alcuni voli sulle tratte Roma-Mikonos, Roma-Praga e Roma-Rennes, rispettivamente in programma alle ore 12.20, 12.55 e 18.05. I passeggeri dei primi due collegamenti lo hanno appreso quando già si trovavano in aeroporto per le operazioni di check-in ed erano ormai prossimi all’imbarco. Inevitabile una lunga fila al banco d’informazione della low cost al terminal 3. Intanto a Santorini oltre 200 turisti in attesa di tornare a Roma con un volo Vueling con partenza dall’isola greca alle 17, hanno trovato l’amara sorpresa dell’assenza dell’aeromobile: “Arriverà in ritardo e ripartirà forse alle 23:30 o addirittura alle 2:30”, è stato detto loro. L’Enac ha chiesto ad Adr “di intervenire a supporto logistico operativo della compagnia per cercare di risolvere al più presto i disservizi, fino alla completa normalizzazione della situazione”.

Nel tardo pomeriggio Fernando Val, direttore delle Operazioni di Vueling, ha tenuto una conferenza stampa per scusarsi con i passeggeri. I disagi, ha detto, sono stati “causati oggi da fattori non dipesi dall’Aeroporto di Fiumicino, che da sempre supporta la nostra crescita in questo scalo”, bensì “dall’Aviation Services, la società di handling che all’aeroporto di Fiumicino si occupa dei servizi di assistenza a terra alla nostra compagnia aerea”.

“Sicuramente dovremo approfondire il tema legato alle società di handling che operano a Fiumicino e che al momento non risultano efficienti perché presenti in numero troppo elevato rispetto al mercato e agli altri hub internazionali – ha aggiunto Val – prenderemo le necessarie misure per la tutela dei nostri passeggeri, da sempre tra le nostre priorità”. Nello scalo romano operano in effetti ben sei società di handling tra cui appunto Aviation Services, che si occupa dell’assistenza a terra per altre 19 compagnie aeree tra cui Lufthansa, Austrian, Cathay Pacific, Swiss ed Aegean.