Carcere per 110 anni e 6 mesi e  risarcimenti per 1,3 milioni di euro: sono le pene emesse dal Tribunale di Gorizia per gli ex dirigenti Italcantieri, imputati di omicidio colposo. I 18 dipendenti dello stabilimento di Monfalcone, in provincia di Gorizia sono accusati della morte di 44 operai di Italcantieri, deceduti a causa dell’esposizione all’amianto.

La condanna supera le richieste dell’accusa, che aveva chiesto per i 18 dirigenti giudicati responsabili dei decessi pene per complessivi 80 anni e 8 mesi.

Già nel 2013 la corte goriziana aveva condannato 13 dirigenti, accusati di omicidio colposo per la morte di altri 85 dipendenti deceduti a causa di malattie collegate all’esposizione alle fibre cancerogene.