Gli agenti della squadra mobile di Varese hanno arrestato un cinquantenne accusato di atti sessuali con minorenni. L’uomo è stato bloccato nell’aeroporto di Malpensa al rientro da un viaggio in Tunisia.

L’uomo, responsabile delle principali strutture di accoglienza per cani e gatti della provincia, ha trascorso due settimane  con una delle sue vittime e la madre di quest’ultima. La procura di Milano gli contesta anche corruzione di minorenni con meno di 14 anni e la pornografia minorile.

Il suo modus operandi secondo gli inquirenti prevedeva sempre le stesse mosse: attirare a sé il giovane con atteggiamenti prima affettuosi, per poi passare a regali anche costosi, tra cui capi di abbigliamento firmati, moto, computer, cellulari e promesse di lavoro. Poi forte dell’ottima considerazione tra i volontari del canile di Varese e tra le onlus cittadine che organizzano eventi benefici pro-canile, guadagnata la fiducia dei giovani e delle loro famiglie il cinquantenne pretendeva di ottenere prestazioni sessuali, soprattutto con i giovani in evidenti difficoltà economiche.