E’ stato visto da un negoziante in zona Monteverde a Roma, tra due macchine parcheggiate, chiuso dentro a un sacco nero. Aveva mani e piedi legati il cadavere che si trovava al suo interno e che è stato lasciato in strada, in via Pietro Cartoni. A lanciare l’allarme e a chiedere l’intervento degli agenti è stato il proprietario di una pasticceria che si trova nella stessa via. Secondo SkyTg24, sul posto sono accorsi anche i fratelli dell’uomo.

Dalle prime informazioni sembra si tratti di un egiziano di 47 anni di cui dal 1° luglio non si avevano notizie. Residente nell’attigua Via di Monteverde ed in Italia da più di 10 anni aveva un negozio di frutta. A quanto riportato dal Corriere della Sera, lascia la moglie al settimo mese di gravidanza.

Al momento sono al vaglio degli inquirenti tutte le possibilità, anche se si esclude la matrice mafiosa subito ipotizzata nella fase iniziale date le modalità del ritrovamento del corpo. Il cadavere sembra sia stato legato per motivi di trasporto. Vicino al cadavere gli inquirenti hanno rinvenuto un grosso trolley, probabilmente utilizzato proprio per lo spostamento. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile, con il coordinamento del procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani.

Sul corpo dell’uomo non sono stati rinvenuti segni riferibili a colpi d’arma da fuoco, l’ autopsia chiarirà le dinamiche della morte.