Tornino dalle fogne da dove sono venuti invece di dare lezioni di democrazia e rigore a noi” e “andremo avanti fino al 2023 e faremo lì il nostro bilancio”. Così esordisce il sindaco di Roma Ignazio Marino dal palco della Festa dell’Unità di Roma. Da una parte attacca la “destra che non ha vergogna” di Gianni Alemanno, che ha amministrato la Capitale nella precedente legislatura e ora al centro dell’inchiesta Mafia Capitale. Una dichiarazione che ricorda lo slogan “Fascisti carogne tornate nelle fogne” molto in voga nelle piazze durante gli anni ’70. Marino cita anche Blade Runner: “Se dopo il 2023 dovessi scrivere un libro su quello che ho visto, dovrei iniziare con la frase del film che dice ‘Ho visto cose che voi umani non avete visto mai’”. Dall’altra parte ribadisce la sua volontà a rimanere in carica. “Ho un dovere morale – spiega –. Non posso fare un passo indietro neanche di un millimetro. Io non sono stato eletto dai capibastone ma da voi cittadini”  immagini di Mauro Episcopo