Dopo le notti accampati sugli scogli di Ventimiglia, a due passi dalla frontiera con la Francia, i profughi hanno cercato di evitare in tutti i modi lo sgombero. Tra le lacrime e l’ostinato tentativo di opporsi all’operato della polizia, qualcuno si sente male. “Vi togliete dai c…?”, sbotta con un giornalista uno degli agenti, mentre regge il capo di un migrante disteso a terra. Una poliziotta cerca di parlare con alcune donne, spiegando loro che devono salire sul bus che le porterà altrove. Ma loro si mettono a piangere, non vogliono salire. Un altro migrante si aggrappa ad un palo per evitare di farsi caricare sui bus. Al lavoro della polizia si aggiunge quello degli operatori della Croce Rossa, tra il centinaio di profughi che si trova sul piazzale antistante il confine e quelli accampati alla stazione della città ligure