Grazie a tutti per il supporto. Non ci rendiamo ancora ben conto di quello che abbiamo fatto. Siamo felici perché abbiamo potuto finalmente navigare come abbiamo voluto, non ci siamo fatte prendere dal panico per difendere la prima posizione, siamo riuscite a non rompere nulla a bordo e a mantenere l’equipaggio in forma”, ha commentato Sam Davies, caposkipper dello svedese Team SCA, subito dopo il trionfo nell’ottava tappa della Volvo Ocean Race.

E’ la prima volta che un equipaggio, composto interamente da donne, vince una tappa della famosa competizione di vela, che gira tutto il mondo. “Per noi – aggiunge la Davies – è un grande riconoscimento per tutto il lavoro fatto, ci dà una  fiducia enorme nei nostri mezzi. Si tratta del nostro primo podio e raggiungere addirittura la vittoria è qualcosa di sensazionale“. 

Alle spalle dell’equipaggio svedese, con una grande prestazione è arrivata la barca danese del Team Vestas Wind, nonostante la ricostruzione avvenuta in Italia dopo l’incaglio dello scorso novembre su una barriera corallina nell’Oceano Indiano. Sul gradino più basso del podio, ma sempre più vicino al successo finale, si è posizionato il team di Abu Dhabi Ocean Racing, dello skipper britannico Ian Walker.

La vittoria dell’ottava tappa del Team SCA, giunta a seguito della traversata del Golfo di Biscaglia, che bagna le coste francesi e spagnole, segue, dopo venticinque anni, quella realizzata dall’equipaggio Maiden, guidato dalla britannica Tracy Edwards, nell’edizione 1989/90 ad Auckland. In assoluto, è il terzo successo effettuato da un team 100% rosa. La nona e ultima tappa della regata internazionale terminerà a Goteborg, in Svezia, martedì 16 giugno.