Il Movimento 5 stelle consegna al presidente del Senato Pietro Grasso (Pd) le 200mila firme raccolte per il referendum ‘No euro’. “Il presidente del Senato – ha spiegato Vito Crimi – è semplicemente garante dello svolgimento dell’attività del Senato, per cui dopo aver verificato le firme darà disposizioni per la calendarizzazione che sarà votato dai gruppi. È importante ricordare che tutti i gruppi parlamentari – continua – sostengono che le leggi di iniziativa popolare devono essere discusse in tempi certi eppure da quando è nata la Repubblica italiana, mai nessuna legge di iniziativa popolare è arrivata a discussione e voto in aula, forse potrebbe essere il primo caso. Ora non hanno più alibi: entro sei mesi la mettano in discussione e al voto”, conclude  di Chiara Carbone