‘“Con la sentenza della Cassazione (che ha stabilito il Tar non competente sul destino dei candidati sospesi per effetto della Legge Severino) De Luca è Game Over. Se verrà eletto l’ex sindaco di Salerno dovrà essere sospeso e ci vorranno mesi o anni prima che il tribunale ordinario lo reintegri o lo faccia decadere del tutto”. Così il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5S) sulla sentenza della Cassazione che riguarda direttamente il candidato del Pd alla Regione Campania Vincenzo De Luca. Il pentastellato parla anche del ritardo con cui la Commissione Antimafia presenterà le liste dei candidati giudicati impresentabili e commenta i parametri che la Commissione ha utilizzato per valutare i candidati. “I veri parametri oggi sono quelli legati alla corruzione e ai reati contro la Pubblica Amministrazione perché quelli sono prodromici a far entrare la mafia nelle istituzioni. I parametri usati dall’Antimafia sono maglie troppo larghe – prosegue Di Maio – e se De Luca o Caldoro verranno eletti, lo saranno con i voti di persone vicine alla mafia”  di Fabio Capasso