Alcuni caccia del governo libico di Tobruk, quello riconosciuto dalla comunità internazionale, hanno bombardato una petroliera vicino a Sirte, città a nord della Libia controllata da gruppi legati allo Stato Islamico. Il colonnello della Guardia costiera, fedele al governo “alternativo” di Tripoli, Reda Issa, ha detto che è stata colpita una petroliera che trasportava greggio destinato a una centrale elettrica. Due persone sono rimaste ferite.

Mentre la nave Anwar 1 stava attraccando al largo della costa di Sirte, è stata attaccata dagli aerei dell’esercito per il sospetto che stesse trasportando armi e munizioni a gruppi terroristici. Nel frattempo, Saqer al-Joroushi, comandante della forza aerea libica, ha riferito che l’attacco ad una nave senza bandiera è avvenuto al largo del porto di Sirte dopo diversi avvertimenti.