“Il problema è dei 5 Stelle è che parlano da soli e non riescono ad allearsi neanche col vicino di casa”. Pippo Civati, a Genova per sostenere la candidatura alla Regione Liguria di Luca Pastorino (Rete a Sinistra) replica così al vice Presidente della Camera Luigi Di Maio (M5S), che ieri sera aveva escluso alleanze con l’ex Pd e lo aveva definito “decotto”. “Da quando sono uscito dal Pd mi sento ringiovanito, libero, fresco. Se ne facciano una ragione. Non c’è solo Renzi, ci sono altri soggetti, forse bisognerebbe scegliere meglio i propri nemici”. Sulla Liguria: “Se vince la Paita, si formerà la coalizione dei Paitoti, una nuova specie ligure che a Roma conosciamo già”. E a chi gli chiede di un possibile voto disgiunto alle regionali, l’ex deputato del Partito Democratico risponde così: “Vanno rispettati gli elettori del Pd, dei 5 Stelle, anche quelli di Forza Italia. Vedo invece un premier che non li rispetta, che dice – con espressioni anche molto volgari – ‘non vinceranno neanche col sorteggio’. Ma le pare che un premier superpotente possa parlare così? In un altro Paese sarebbe inammissibile” di Lorenzo Tosa