La guerra dei Rolex“, è questo il titolo della nuova puntata di Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro in onda giovedì sera, alle 21.10, su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it.

Dopo l’inaugurazione di Expo, tutti parlano di un’Italia che va, di un Paese che, in preda all’ottimismo, trasforma persino un verso del suo Inno nazionale in “siam pronti alla vita”, anziché “alla morte”, come scritto nell’inno risorgimentale dal suo autore, Goffredo Mameli. Ma di che ottimismo si tratta? Dell’intelligenza o della volontà? E se tutto va bene, come si spiega che in questo Belpaese ci siano ancora giornalisti minacciati per la semplice ragione di aver fatto il proprio mestiere (tra questi Sandro Ruotolo, autore di un’inchiesta sulla Terra dei fuochi, messo sotto scorta dopo le minacce di morte arrivate dal capo del clan dei Casalesi, Michele Zagaria, che, intercettato in carcere, ha detto: “‘O vogl’ squartat’ viv'”).

Tra gli ospiti in studio, Carlo Freccero, Bruno Vespa, il presentatore e showman Paolo Bonolis, l’attore Michele Riondino e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.