Verdiniani pronti a votare l’Italicum? Ma dove li vedete i verdiniani, o sedicenti verdiniani, pronti a votare a favore del governo non so dove siano”. Così Renato Brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, al termine dell’incontro tra i deputati e Silvio Berlusconi che avuto luogo nel pomeriggio a Montecitorio, prova a negare ‘il soccorso azzurro’ al governo da parte dei deputati azzurri vicini a Denis Verdini. “Il governo ha paura del voto segreto e proprio per questo noi lo chiediamo. Su un provvedimento così delicato – afferma – i parlamentari devono esprimersi nella pienezza delle loro coscienze”. Eppure il ministro Boschi garantisce che ci sono i voti per garantire l’approvazione in Aula dell’Italicum: “Il ministro Boschi mi chiamava tre quattro volte al giorno quando c’era da far approvare la prima lettura della legge elettorale, ora le cose sono cambiate, noi siamo contro l’Italicum”. Ribadisce Brunetta e annuncia: “Berlusconi torna in campo, farà campagna per le regionali e aspetterà un giudice a Berlino che gli restituisca l’onore”. Eppure i deputati vicini a Raffaele Fitto hanno disertato l’incontro con il leader di Forza Italia, come riportano le agenzie di stampa: “I giornalisti sono inaffidabili, di qualche candidato in più o in meno per le regionali non ci siamo occupati” conclude il capogruppo azzurro  di Manolo Lanaro