Daniela Santanchè? La conosco da 30 anni e ora non la voglio più salutare. Non voglio più parlare con lei, né con chiunque altro che faccia apologia di stragi e di razzismo. Non si può permettere di dire quelle parole”. Sono le parole di Alba Parietti, ospite de La Zanzara, su Radio24, a proposito delle contestate dichiarazioni della deputata di Forza Italia, Daniela Santanchè, dopo la tragedia nel canale di Sicilia.Posso anche perdonare quei poveri ignoranti e disgraziati che le vanno dietro su twitter. Soltanto ignoranti con un cuore disperato e che non hanno più nulla possono scrivere quelle frasi. Qua è un’oscenità continua, ognuno dice quello che gli passa per la testa, non ci sono regole. Io mi appello al Papa, perché quello che ha detto la Santanchè non può dirlo nessuno che abbia un ruolo pubblico. Quello che ha detto è veramente apologia di genocidio, è razzismo, è nazismo allo stato puro“. E aggiunge: “La Santanchè deve solo tacere, ne ha dette di ogni in questo periodo. I politici devono usare un linguaggio che sia accettabile, non incivile. Non possono dire qualsiasi cazzata che passi per la testa senza che nessuno li fermi. Lei lo fa semplicemente per attirare l’attenzione, ma ci deve essere una regola per fermarla” di Gisella Ruccia