Placca il ladro e sventa una rapina. Un ragazzo di soli 17 anni a Piacenza è riuscito a far arrestare il ladro, armato di coltello, che era entrato nella farmacia tra viale Dante e via Nasolini e, dopo essere arrivato al bancone, aveva intimato la cassiera di consegnargli l’incasso. Arraffati i soldi, alcune centinaia di euro, aveva tentato di darsi alla fuga ma il malvivente ha trovato sulla sua strada Domiziano Cianci, studente e rugbista appena uscito dalla palestra della scuola, che lo ha “placcato” e ha così permesso l’intervento delle forze dell’ordine, anche grazie ad altri due compagni di classe. La posizione del presunto rapinatore è ora al vaglio della polizia Municipale. “Un esempio di senso civico e rispetto della legalità che merita di essere riconosciuto e sottolineato”, ha detto il sindaco Paolo Dosi.

Neppure la presenza di due bambini piccoli aveva fatto desistere il rapinatore dal suo obiettivo. Poco prima delle 10 il bandito, incappucciato, aveva fatto irruzione all’interno della farmacia Dante armato di cutter e si era diretto verso la cassa. Dopo aver minacciato la titolare era riuscito ad arraffare poche centinaia di euro ma terrorizzando, oltre alla titolare e ai dipendenti anche alcuni clienti tra i quali una mamma con due bimbi di tre e sei anni. Donna che, infatti, si è sentita male e sul posto è stato necessario l’intervento dell’’autoambulanza del 118.

Una farmacista, invece, ha avuto la prontezza di sollevare il passamontagna al malvivente, forse nel tentativo di mostrare il suo volto alle telecamere di sorveglianza. A quel punto il rapinatore ha provato a darsi alla fuga a piedi ma è in quel momento che è stato “placcato” da Cianci, che si trovava di passaggio con altri due compagni di classe all’uscita della palestra dell’istituto per l’ora di educazione fisica.

“Ho sentito le urla della farmacista e vedendo correre il malvivente con il passamontagna ancora calato sul volto l’ho seguito per alcuni passi e poi l’ho atterrato” ha detto il 17enne, abituato ai placcaggi in corsa visto che è un giovanissimo ma molto atletico rugbista. “L’ho tenuto fermo a terra e gli altri due hanno preso il coltello che gli era caduto dalla tasca – ha aggiunto Cianci – finché poco dopo non è arrivata la polizia Municipale”. Sul luogo del fermo è intervenuto anche il comandante vicario Massimiliano Campomagnani, che ha visionato le telecamere di sorveglianza della farmacia e ha raccolto le prime testimonianze nel tentativo di ricostruire i fatti. Il malintenzionato è stato invece portato al comando di via Rogerio e ora la sua posizione è al vaglio degli inquirenti.