La polizia britannica ha arrestato due adolescenti di 14 e 16 anni sospettati di preparare degli attentati terroristici. Il primo è stato fermato a Blackburn, in Lancashire, dopo che la polizia giovedì ha esaminato diversi dispositivi elettronici e perquisito una abitazione. Il secondo, una ragazza, è stata fermata dopo che la polizia ha perquisito una casa a Longsight, vicino Manchester, nel corso della stessa indagine. Per entrambi è stata fissata la libertà su cauzione. Nei giorni scorsi a Dover, in un’altra operazione della polizia, sono state arrestate sei persone: anche in questo caso si sospetta che gli arrestati stessero preparando attentati terroristici.

Intanto, nove persone di Rochdale, Greater Manchester, sono in custodia in Turchia per il sospetto che abbiano tentato di attraversare il confine con la Siria allo scopo di unirsi al conflitto. Il 31 marzo a Badalona, 11 chilometri a nord di Barcellona, era stata invece arrestata un’intera famiglia di nazionalità marocchina pronta a partire per unirsi allo Stato islamico (padre, madre e due figli gemelli di 16 anni). I genitori sono sospettati di appartenere a una rete di reclutatori di jihadisti. Il viaggio dei due figli minorenni era già organizzato: sarebbero passati attraverso il Marocco e la Turchia sfruttando il turismo della Settimana santa per passare inosservati.