Da gennaio 2015 molti circuiti pubblicitari hanno iniziato a diffondere un banner contenente il seguente annuncio: “Madre single di Roma guadagna 7650 euro al mese da casa”. Sembra incredibile, ma numerosi siti dichiarano la veridicità del servizio e spiegano come fare altrettanto.

Il sito più ‘titolato’ a raccontare la vicenda sarebbe il sito Giornalelavoro.net, ma in realtà non è un vero e proprio giornale, non è registrato in alcun tribunale italiano né di proprietà italiana. Creato il 5 gennaio 2015, è intestato a Shay Sabag, It Manager della Win Global Markets Ltd, società con sede a Nicosia, Cipro.
trading-sito-italiano-olandese-madre-guadagna-online-testimonialIl sito è ideato per rendere credibile la storia raccontata e la possibilità di guadagno da parte di chiunque registrandosi all’interno di un altro sito, Autopzionibinarie.com, registrato sempre a nome della Win Global Markets Ltd.

Il sito Autopzionibinarie.com presenta un form di iscrizione, nel quale sono presenti i link ‘termini e condizioni’ e ‘informazioni sulla privacy’. Mentre il primo punto allo stesso sito, dove è presente un lungo testo che infine precisa che l’accordo è disciplinato dalla legge francese, il secondo rimanda al sito Ez-Traders.it, dominio anch’esso registrato a nome della Win Global Markets Ltd ma indirizzo Ip di Singapore.

Nel mondo del marketing si parla di ‘articolo civetta‘, un sistema che promette ai consumatori forti sconti nell’acquisto di prodotti che alla fine non potranno acquistare, proponendo ai consumatori un’alternativa simile ma più costosa. Questo sito, così come tanti altri simili e riconducibili alla società Win Global Markets Ltd, praticano un processo simile: ti presentano un servizio miracoloso che ti dà la possibilità di guadagnare migliaia di euro al mese, ma per farlo bisogna iscriversi, depositare una somma minima di denaro e tentare la sorte. Non tutti, infatti, possono avventurarsi nel mondo del trading, anche se assistiti. Lo stesso sito Ez-Traders.it specifica che “il trading di opzioni binarie è estremamente speculativo e involve un alto livello di rischio”.

Non esiste solo il sito Giornalelavoro.net, ne esistono tanti altri registrati sempre a nome della Win Global Markets Ltd. Tra questi c’è il sito Autopzionibinarietruffa.com, ideato per chi vuole sapere se il servizio è una truffa o meno. L’idea che l’utente si crea è la seguente: altri siti parlano bene di loro, proviamoci! A dir poco “diabolico”, visto che si tratta per dare credibilità al servizio senza che esso contenga alcun riferimento visibile che faccia capire all’utente che è di loro stessa proprietà.

Torniamo al tema dell’articolo, il vero motivo per la quale ci è stato chiesto di verificare le informazioni diffuse in Rete: è vero che la mamma single di Roma guadagna così tanto? Il reporter del sito dice la verità? Quest’ultimo ha realmente provato di persona il servizio guadagnando, a suo dire, decine di euro in poco tempo?
È tutta una farsa. Il sistema è lo stesso che avviene anche in un sito olandese, Carrierebulletin.net, identico nelle grafiche e nelle impostazioni, dove viene raccontata la storia di una giovane madre dei Paesi Bassi intervistata da un altro reporter. Gli ambienti di registrazione delle interviste sono gli stessi, così come le foto e le storie di alcuni dei testimonial del sito italiano, ma che nel sito olandese presentano nomi e città di residenza diverse. Della serie ‘tutto cinema’. Stiamo parlando di attori che interpretano un ruolo specifico per attrarre nuovi utenti nel mondo del trading online, un mondo tutt’altro che semplice.
Non si può parlare di truffa, al contrario di quelle dei falsi siti Ray-Ban, tutt’ora in atto, e quella di Bank Of Fuel dello scorso anno. Si tratta di una bufala costruita e sostenuta attraverso degli attori che interpretano un ruolo specifico per attrarre nuovi utenti nel mondo del trading online, un mondo tutt’altro che semplice.