E’ stato tradito da un video pubblicato su Youtube il latitante Antonio Montella, 42 anni, napoletano, arrestato nella tarda serata di ieri a Villaricca (Napoli) dai carabinieri del nucleo investigativo del gruppo Castello di Cisterna. L’uomo era latitante dal marzo 2014 per un’ordinanza emessa dal gip di Salerno con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga. A mettere i militari sulle sue tracce è stato un video amatoriale pubblicato su Youtube in cui Montella viene ripreso durante i festeggiamenti di un battesimo di rito evangelico a cui ha preso parte durante la latitanza, sul litorale di Pinetamare, ai confini tra le province di Napoli e Caserta. E, proprio grazie a quelle immagini scoperte dai carabinieri, è stato possibile scoprire dove Montella si nascondeva.  A pubblicare il video è stato il pastore di una comunità evangelica della zona, frequentata da Montella, e che non sapeva della sua latitanza. Tra coloro che, accanto al pastore, guidano la preghiera è ben visibile il latitante, unico uomo con la barba