“Abbiamo già oltrepassato la linea del ridicolo e per quello che mi riguarda la data fissata del 22 febbraio va tenuta ferma. Se c’è qualcuno che vuole presentarsi con un volto diverso e dichiarare esplicitamente che non ha rispetto per cittadini e militanti lo dica e se ne assuma la responsabilità”. Così il candidato alla primarie del centrosinistra per la Regione Campania Vincenzo De Luca commenta l’eventuale slittamento delle consultazioni che a Napoli e dintorni sono state già rinviate tre volte. Intanto alcuni giorni fa si è presentato alla stampa l’ultimo candidato Gennaro Migliore (sceso in campo su esplicita richiesta del partito) che considera “inopportuna” la candidatura di De Luca, condannato a un anno in primo grado per abuso d’ufficio. Pronta la replica: “L’unica cosa inopportuna – commenta – è l’opportunismo”  di Fabio Capasso