Maurizio Lupi ringhia e avverte il premier Matteo Renzi e al suo “non perderò tempo con i partitini. “Non siamo abituati a fare né siamo nati per fare i cespugli“, ha ribadito il ministro delle infrastrutture interpellato al Pirellone a Milano, al termine di un incontro politico. “Non siamo attaccati alle poltrone – ha aggiunto parlando della crisi Ncd – ma neanche abituati a fare i tappettini. I ‘cespugli’ hanno permesso con responsabilità la nascita dei governi Letta e Renzi”  di Alessandro Madron