L’aereo stava per decollare, poi tutti i passeggeri di un volo diretto a Londra-Luton in partenza da Fiumicino sono stati fatti scendere. È successo ieri intorno a mezzogiorno. La polizia ha segnalato la presenza di un 33enne pachistano con un passaporto falso che dopo i controlli è stato rilasciato. Anche se sarà denunciato all’autorità giudiziaria per possesso e utilizzo di documento falso. Fonti investigative hanno inoltre riferito che il 33enne pachistano circa un anno aveva richiesto asilo politico in Italia.

Domenica pomeriggio la partenza del volo per la capitale inglese è stata bloccata e il sospetto è stato portato via dagli agenti della Polaria per verificare la sua identità e controllare se il passeggero fosse nella lista di cittadini ritenuti pericolosi da altre polizie, da quanto era in Italia, quali sono state le sue frequentazioni. Anche i bagagli sono stati tutti scaricati per recuperare quello di proprietà del 33enne, il volo è poi partito con oltre un’ora di ritardo e due passeggeri hanno rinunciato.

Ieri il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha spiegato di aver firmato nove decreti per allontanare aspiranti jihadisti residenti nel Nord Italia annunciando altre espulsioni: “Avevano il permesso di soggiorno ed erano da anni nella Penisola. Alcuni si sono autoradicalizzati sul web e hanno aderito all’Isis. C’erano anche dei reclutatori”.

“L’azione che stiamo mettendo in campo è – ha detto – quella di radiografare posizioni individuali di soggetti sospetti e passare al microscopio ogni segnale che possa generare dubbi di sicurezza” ha spiegato il responsabile del Viminale.