Il pubblico e i relatori del convegno sulla difesa della famiglia tradizionale, che si è svolto a Milano organizzato dalla Regione Lombardia, hanno riservato un’accoglienza particolare a un giovane studente di 22 anni che è salito sul palco per fare una domanda. Sotto una pioggia di insulti Angelo Antinori, questo è il suo nome, è riuscito solo a dire: “Nessuno di voi sa se ha un figlio eterosessuale o no”. Poi è stato allontanato dalla sicurezza. Ai cronisti ha poi spiegato: “Volevo solo fare una domanda in un convegno senza contraddittorio, dove temi complessi come l’omosessualità sono presentati con troppa semplicità”  di Alessandro Madron