La città di Napoli omaggia ancora una volta Pino Daniele e lo fa in uno dei luoghi simbolo del capoluogo campano: il Maschio Angioino. È qui che per dieci giorni saranno esposte le ceneri dell’artista napoletano. Il sindaco Luigi de Magistris è stato tra i primi a rendere omaggio all’artista. Con lui c’è anche il fratello del cantante, Nello Daniele che risponde alle polemiche dei giorni scorsi sulla teatralità dei napoletani nel rendere omaggio a Pino. “Questa non è una sceneggiata napoletana – ha detto – E’ una tragedia nazionale perché Pino faceva parte di una nazione che ha portato in giro per il Mondo con le sue canzoni”. Accanto alle ceneri, un mazzo di rose rosse, con la coccarda dei colori del Napoli, dietro c’è il gonfalone del Comune. Esposta anche una foto che lo ritrae in penombra in compagnia di una chitarra. Nella Sala dei Baroni, in filodiffusione, le sue canzoni più famose mentre i cittadini rendono per l’ultima volta omaggio al loro cantautore  di Fabio Capasso