Sono stati celebrati ieri a Foggia i funerali di Donatella , una bambina di sette anni affetta da una malattia rara, la sindrome di Bruck. La piccola era stata affidata dai giudici al primario Giuseppe Melchionda del reparto di rianimazione dell’ospedale Casa sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia) che l’aveva adottata dopo che i genitori avevano deciso di non tenerla. E’ stata costretta a letto, attaccata al respiratore e alimentata artificialmente, per tutti i sette anni di vita. La minore avrebbe compiuto 8 anni a febbraio Le dichiarazioni di monsignor Michele Castoro, il religioso che ha celebrato l’omelia funebre: “Il mio saluto e i miei ringraziamenti – ha detto il prelato – vanno a tutti coloro che si sono occupati di lei, ai medici in particolare della Casa Sollievo”  (video tratto dall’Ansa)