“Quando io ero piccolo c’era un gioco carino ‘Indovina chi‘. E c’è ancora. Dovevi rispondere alle domande ‘Ha il cappello?’, ‘Porta i baffi?’. È un gioco meraviglioso, ma io non partecipo”. Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, glissa sulla domanda per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica postagli da il Fatto Quotidiano nel corso della conferenza stampa di fine anno. Per il premier, l’elezione del nuovo inquilino del Colle e la legislatura hanno due destini separati. “La legislatura – spiega – dura fino al 2018. I numeri per eleggere il presidente della Repubblica ci sono”. E aggiunge: “Non sono preoccupato per la tenuta parlamentare, al momento opportuno sono sicuro che il nostro Paese troverà la persona giusta”  di Chiara Carbone