Un concorso europeo per eleggere le migliori celebrities del web. Sarà il conduttore di Sky e Vj di Mtv Alessandro Cattelan ad accendere i riflettori sulla seconda edizione dei Web Show Awards, il primo contest internazionale rigorosamente live dedicato ai volti noti della rete, che andrà in scena a Bologna il 13 novembre tra i padiglioni dell’edizione 2014 del Motor Show. Una sfida a colpi di esibizioni e sketch tra i giovani protagonisti del web che attraverso piattaforme come Youtube e i social network sono riusciti a conquistarsi una propria platea di ammiratori, in gara per contendersi, sul palcoscenico del padiglione 36, l’ambito riconoscimento internazionale. 

“Il contest – racconta a Tgcom24 Jacopo Morini, Iena di Italia 1 e direttore artistico di Web Show Awards – offre l’opportunità di monitorare e scoprire tutto quello che sta succedendo nel mondo di Youtube, di scoprire chi sono i volti celebri del nuovo millennio. Ci sono youtubers (utenti del canale video online), del resto, che creano dei veri e proprio palinsesti, in alcuni casi si tratta di talenti con un seguito che va dai 500 a oltre un milione di fan. Una volta il talent scout andava per le strade e nei teatri a scoprire i nuovi personaggi dello spettacolo, ora molti direttori di rete si affacciano al mondo del web per capire chi attrae più interesse, che ha più visibilità, per comprenderne il fenomeno ed eventualmente testarlo in televisione. Noi dopo un anno, grazie ai voti degli utenti che si sono collegati alla nostra piattaforma online, abbiamo una classifica di quindici web celebrities tra cantanti, gamers, e star della rete da milioni di followers. Vedremo chi vincerà”.

I finalisti, scelti da oltre un milione di votanti in rete, parteciperanno al live show suddivisi in cinque categorie: gli youtubers, cioè Leonardo De Carli (con oltre 24 milioni di views), Frank Matano (più di 121 milioni di visualizzazioni) e i Fancazzisti Anonimi (oltre 24 milioni di views), e le Facebook stars, Mattia Cesari (quasi 360 mila seguaci), Greta Mechi (seguita da più di 160 mila utenti) e Antony Di Francesco (quasi 250 mila iscritti che lo seguono). Ancora, c’è la categoria Gamers, che comprende Favij (quasi 308 milioni di views e primo Player d’oro italiano assegnato da Youtube per il raggiungimento del milione di iscritti al proprio canale), Justzoda (circa 16 milioni di views), e Godz Dread (quasi 42 milioni milioni di views). Ci sono le rivelazioni del 2014, The Show (oltre 31 milioni di views), Cotto e Frullato (più di 7 milioni di visualizzazioni), e The Frenchmole (oltre 38 milioni di views). E infine le web series, che in finale vedono Michael Righini (quasi 60 milioni di visualizzazioni), Nirkiop (circa 68 milioni di views), e The Jackal (32 milioni di views).

Menzione speciale, invece, quest’anno è stata assegnata a Rosario Fiorello per la categoria Showman, il più lungimirante, secondo l’organizzazione del contest, per aver scelto di passare, per primo, dall’intrattenimento analogico a quello digitale, sospendendo le sue esperienze televisive e radiofoniche per realizzare, già nel 2011, la celebre @edicolafiore, in onda prima su Twitter e poi su You Tube.

Ad accompagnare la competizione, trasmessa anche in streaming grazie alla partnership con La3, poi, saranno volti e nomi della scena rap contemporanea: Rocco Hunt, Salmo, Moreno e Baby K. E le 12 selfiste aspirantiReginette del Web, vincitrici di Selfie – La sfida, il primo contest on line e on air basato sui celebri autoscatti. Negli ultimi sei mesi, infatti, 100 ragazze tra i 18 e i 35 anni si sono sfidate in rete a colpi di click sulla piattaformawebshowawards.it, con l’obiettivo di dimostrare la capacità di autopromuoversi sul web interagendo su tutti i social network al fine di crearsi una fan base solida e portatrice di like. Una specie di Miss Italia per selfiste, insomma, che il 13 dicembre incoronerà la sua prima reginetta.