Cinquantamila persone hanno marciato oggi a Torino per lo sciopero generale indetto da Cgil e Uil. Mentre la maggioranza dei partecipanti ascoltava le parole dei Susanna Camusso in piazza San Carlo, diverse centinaia di autonomi e studenti hanno improvvisato un corteo per le strade del centro cittadino. Arrivati davanti alla sede di un assessorato della Regione Piemonte i manifestanti hanno lanciato uova e pomodori contro le forze dell’ordine schierate in assetto anti-sommossa. Non sono bastate le pesanti cariche della polizia a far disperdere lo spezzone dei centri sociali e degli studenti. Ci sono diversi feriti tra i manifestanti e almeno 6 persone sono state fermate. Negli scontri anche degli scudi della polizia sono stati rotti dalle mazze di legno usate dai manifestanti  di Cosimo Caridi