Con striscione e megafono una trentina di universitari e precari, legati a Studenti Indipendenti, hanno occupato per circa un’ora la sede regionale piemontese del Partito Democratico. C’è stata un po’ di tensione tra i manifestanti e i dirigenti del Pd, che stavano per lasciare gli uffici alla fine della giornata di lavoro. Oggetto della protesta il Jobs Act, definito dai manifestanti “una precarizzazione permanente del lavoro”. Dopo qualche scontro verbale, che ha coinvolto anche Fabrizio Morri, segretario Pd di Torino, i manifestanti sono stati identificati dalle forze dell’ordine e hanno lasciato gli uffici del partito di Via Masserano  di Cosimo Caridi