Il leader della Fiom Maurizio Landini è in Campania per incontrare i lavoratori delle maggiori aziende del territorio in vista della manifestazione generale prevista il 21 novembre. “Il governo ha scelto di mettere in discussione il diritto dei lavoratori, di resistere tentando un attacco ai contratti nazionali. È una follia – ha spiegato Landini – il governo Renzi “non ha il consenso di giovani, precari e di quelli che lavorano”. Secondo Landini, la fiducia sul Jobs Act è un segnale che “siamo di fronte a chi non vuole discutere né col Parlamento né con le forze sociali. Secondo me il Governo sta sbagliando – ribadisce il leader della Fiom – perché per cambiare il Paese ha bisogno del consenso di chi lavora, e mi pare che stia emergendo che il consenso dei giovani, dei precari e di quelli che lavorano non ce l’ha. Così – conclude Landini – rischia di rispondere ai soliti interessi forti di chi ci ha portato in questa situazione”  di Fabio Capasso