Non si sentono incoerenti i parlamentari della minoranza Pd scesi in piazza con la Cgil a Roma. “Di ragione ne abbiamo tante, basta guardare la legge di stabilità, i soldi promessi per gli ammortizzatori sociali non ci sono” afferma Stefano Fassina. “Disciplina di partito? Ma che senso ha quando il segretario fa una manifestazione senza avvisare il partito stesso” aggiunge Rosy Bindi (Presidente commissione Antimafia Pd) che annuncia il suo non al Jobs act. “Qui c’è la gente reale, non una finzione mediatica” chiosa. “Ormai è il partito della Nazione, Renzi dovrebbe vernice qui per capire un po’ di cose, non che chiede a me di andare alla Leopolda” afferma Pippo Civati. “E’ differente dalla prima edizione, ormai è una manifestazione di corrente, io sono lo stesso e Renzi che ha virato a destra, pare vada anche Marchionne, io resto qui con la vera nazione” conclude  di Irene Buscemi