Tensioni, urla e spintoni, nella centrale piazza Carignano, a Torino, durante la manifestazione delle “Sentinelle in piedi“, il movimento che si dichiara “apartitico e aconfessionale” e in aperta protesta contro il ddl Scalfarotto, che introduce il reato di omofobia. L’evento è stato contestata da alcune centinaia di antagonisti. “Torino non è omofoba. Vergogna”, le urla dei manifestanti. La piazza è stata transennata, per il timore di scontri, e le forze dell’ordine hanno tenuto a distanza i manifestanti per consentire lo svolgimento dell’ora di lettura delle sentinelle in piedi   di Stefano Bertolino