Quattro allestimenti – icon, urban enduro, classic e full throttle – motore desmodue da 803 cc raffreddato ad aria, serbatoio a goccia con guance intercambiabili. Sono le cifre della nuova Ducati Scrambler, remake dello storico scrambler di Borgo Panigale, presentato ieri all’Intermot di Colonia. Il nuovo Scrambler marcato Audi è spinto da un propulsore a L che eroga 75 cv e un coppia di 69 nm a 5750 giri. All’anteriore, il classico telaio a traliccio in tubi d’acciaio è sostenuto da una forcella rovesciata Kayaba da 41 mm, mascherata dalla protezione in gomma di estetica retrò. L’impianto frenante, Brembo come sempre, si affida a un singolo disco da 330 mm a 4 pistoncini con Abs di serie (245 al posteriore). Meno vintage il forcellone a banana, di gusto molto più giapponese, su cui si impernia il mono, sempre Kayaba, regolabile nel precarico. I cerchi, 18″ all’anteriore, 17″ al posteriore montano di primo equipaggiamento le nuove Pirelli MT60 RS (110-180) che con il piccolo tassello garantiscono l’effetto scrambler.

Molto incentrati sulla personalizzazione e sul design i quattro allestimenti, diversi tra loro per le già citate guance laterali, ma anche per le finiture del cruscotto, la sella, il faro anteriore, il portatarga, il parafango e i cerchi, in lega leggera o raggi a seconda del modello scelto. Da segnalare infine la presa Usb posta sotto il vano sella.

Motore
Tipo: Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 2 valvole per cilindro, raffreddamento ad aria
Cilindrata: 803 cm³
Alesaggio x Corsa: 88 x 66 mm
Rapporto di compressione: 11:1
Potenza: 75 CV (55 kW) 8250 giri/min
Coppia: 6,9 kgm (68 Nm) @ 5750 giri/min
Alimentazione: Iniezione elettronica, corpo farfallato diametro 50 mm
Scarico: Impianto di scarico con monosilenziatore in acciaio inossidabile, cover del terminale in alluminio; catalizzatore e doppia sonda lambda
Omologazioni: Euro 3

Trasmissione
Cambio: 6 marce
Rapporti: 1=32/13 2=30/18 3=28/21 4=26/23 5=22/22 6=24/26
Trasmissione primaria: Ingranaggi a denti dritti, Rapporto 1,85:1
Trasmissione secondaria: Catena, Pignone 15, Corona 46
Frizione: APTC multidisco a bagno d’olio con comando meccanico

Veicolo
Telaio: Traliccio in tubi di acciaio
Interasse: 1445 mm
Inclinazione cannotto: 24°
Avancorsa: 112 mm
Angolo di sterzo: 35 °
Sospensione anteriore: Forcella Kayaba a steli rovesciati da 41 mm
Escursione ruota anteriore: 150 mm
Ruota anteriore: Lega leggera a 10 razze 3,00″ x 18″
Pneumatico anteriore: 110/80 R18 Pirelli MT 60 RS
Sospensione posteriore: Monoammortizzatore Kayaba regolabile nel precarico molla
Escursione ruota posteriore: 150 mm
Ruota posteriore: Lega leggera a 10 razze 5,50″ x 17″
Pneumatico posteriore: 180/55 R17 Pirelli MT 60 RS
Freno anteriore: 1 disco da 330 mm, pinza radiale a 4 pistoncini con ABS di serie
Freno posteriore: Disco da 245 mm, pinza flottante a 1 pistone con ABS di serie
Capacità serbatoio benzina: 13,5 l
Peso a secco: 170 kg
*In ordine di marcia: 186 kg
Altezza sella: 790 mm – sella bassa 770 mm disponibile come accessorio
Altezza max: 1.150 mm (serbatoio olio freni)
Larghezza max: 845 mm (specchi)
Lunghezza max: 2.100 – 2.165 mm
Strumentazione: LCD
Elettronica: Ducati ABS a due canali