“L’idea di fondo è quella di tagliare la voce a un popolo che serve solamente come strumento di acclamazione”. Così la costituzionalista Lorenza Carlassare commenta le riforme istituzionali del governo Renzi intervenendo al dibattito “Contro la democrazia autoritaria” nel corso dei due giorni di Festa del Fatto Quotidiano a Roma. “Spero – continua – che la coscienza dei parlamentari si risvegli e si possa modificare la riforma del Senato disegnata dall’esecutivo”. “E’ una “schiforma” che deve essere solo presa e buttata via” chiosa il condirettore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio. “Lasciare da parte le drammatiche questioni economiche – dice il direttore Antonio Padellaro – per concentrarsi su una riforma costituzionale finalizzata ai suoi interessi personali è stato l’errore di Renzi ma anche il più grande tradimento nei confronti dei suoi stessi elettori”  di Annalisa Ausilio