Quattro carabinieri sono stati accoltellati, oggi pomeriggio, da uno squilibrato in piazza della Libertà, nel quartiere Prati di Roma. I militari feriti sono un tenente colonnello che comanda il nucleo radiomobile della capitale e tre sottufficiali dell’Arma. L’aggressore è un clochard tedesco che, intorno alle 17.30, ha iniziato a minacciare i passanti, per questo motivo è stato chiamato il 112. A quel punto, l’uomo si sarebbe scagliato contro la prima pattuglia armato di martello e coltello. I 4 ufficiali sarebbero intervenuti successivamente, in aiuto dei loro colleghi, e, a quel punto, lo squilibrato li ha feriti. I tre militari, uno colpito a un fianco, il più grave, uno alla gamba e l’altro al braccio, sono stati trasportati all’ospedale Santo Spirito e al San Carlo di Nancy, ma nessuno di loro è in pericolo di vita. “Siamo tranquilli e sereni”, hanno detto al comandante provinciale di Roma, colonnello Salvatore Luongo, che gli ha fatto visita assieme al comandante generale dell’Arma, Leonardo Gallitelli. L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

“Nessuno ha usato armi. I colleghi hanno cercato di tutelare le numerose persone presenti in strada per evitare ogni allarmismo. Per fortuna nessuno dei carabinieri è rimasto ferito in modo grave”, ha commentato Luongo. Anche il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha voluto esprimere solidarietà nei confronti dei 4 militari feriti, durante la registrazione del programma di Rai1, Porta a Porta, e ha aggiunto “attenzione a non far montare un clima d’odio contro le Forze dell’ordine”, in riferimento all’episodio di Davide Bifolco.

I testimoni parlano di attimi di tensione in strada, con molte persone che si sono messe a correre e a gridare. “Era come in un film poliziesco: ho visto quell’uomo che scappava con il martello in mano e i carabinieri lo inseguivano, la gente gridava. Lo hanno bloccato proprio davanti alla vetrina del mio negozio”, ha raccontato una commerciante del posto. Il clochard si aggira spesso dalle parti di piazza della Libertà: “Stava sdraiato su una panchina e blaterava frasi senza senso – dice la proprietaria di uno dei negozi nelle vicinanze -, una mia cliente mi ha raccontato che aveva appena aggredito anche suo marito”