Dopo due gare andate deserte per l’affidamento dei servizi di bar e ristorazione, la società Expo ha scelto la strada della trattativa privata. “Non dite che abbiamo fatto apposta a fare una gara difficile – dice il commissario unico Giuseppe Sala, a margine dell’inaugurazione dei lavori del padiglione cinese – ora andremo a trattativa privata e sceglierà la nostra commissione. Ma Raffele Cantone partecipa a ogni lavoro preventivo”. E in effetti il presidente dell’Authority anti-corruzione, che sarà a Milano la prossima settimana, sta esaminando proprio questa questione, oltre a quella dell’Albero della Vita: opera simbolo di Expo per cui non è stato ancora fatto un bando di gara. Anche qui si rischia dunque l’affidamento diretto dei lavori, per mancanza di tempo  di Francesca Martelli