Dopo l’uccisione di James Foley non si ferma l’azione dei jihadisti. E’ stato diffuso nel pomeriggio di martedì il video dell’uccisione di un altro giornalista americano, Steven Sotloff. Il filmato si intitola “Secondo messaggio all’America”. Lo scorso 19 agosto i jihadisti dell’Isil avevano diffuso un altro video, intitolato “Messaggio all’America”, in cui mostravano la decapitazione del giornalista Usa James Foley. Gli estremisti definivano la decapitazione di Foley una risposta ai recenti attacchi aerei condotti dagli Stati Uniti in Iraq e, al termine di quel video, mostravano il reporter Steven Sotloff minacciando che avrebbero ucciso anche lui nel caso in cui Washington non avrebbe accolto le loro richieste. Sotloff, 31 anni, è stato rapito al confine tra Siria e Turchia ad agosto del 2013 mentre lavorava come freelance per Time, National Interest e MediaLine. Prima di comparire nel video della decapitazione di Foley era stato visto l’ultima volta in Siria ad agosto del 2013