A 191 giorni dal giuramento dell’esecutivo al Quirinale il presidente del consiglio Matteo Renzi presenta ai giornalisti il sito web con l’agenda dei mille giorni. Come riporta il Corriere delle Sera, nella conferenza stampa delle 14 verrà introdotto il programma online, che contiene il calendario dei provvedimenti e le riforme previste fino al 28 maggio 2017. Nel Consiglio dei ministri di venerdì sono stati analizzati i contenuti del, che comprende la responsabilità civile dei magistrati, il falso in bilancio e la prescrizione, e il pacchpunti che costituiranno il testo del decreto Sblocca Italia, e le misure su Giustizia e processo civile, mentre la discussione sulla riforma della scuola è stata rimandata al prossimo Consiglio. Nel sito web che verrà presentato nel pomeriggio ci saranno quindi le date e i provvedimenti che saranno adottati per stimolare l’economia, la riforma del lavoro, della sanità, della giustizia e della scuola. Intanto, durante questa settimana riprendono i lavori dell’Aula della Camera, che si riunirà giovedì 4 settembre per discutere il dl Missioni internazionali e, a seguire, le mozioni su F35, tutela dei diritti degli animali e la riforma dei criteri di formazione del bilancio comunitario, con particolare riferimento al meccanismo del cosiddetto “sconto inglese”, richiesto dal Premier Cameron per i contribuenti britannici. 

Le aree di intervento di Renzi sono tante, e di sicuro lo strumento del sito web due obiettivi: da una parte serve a rendere noti i progressi fatti dal suo governo per ogni tema, dall’altra serve a coinvolgere i cittadini, che possono controllare e criticare il suo operato giorno per giorno. “Così la si finirà di dire che il governo fa solo annunci”, dice Renzi, che secondo quanto riporta il giornale di via Solferino, continua a raccogliere consensi: dal 22 al 29 agosto la fiducia degli italiani nel governo è passata dal 51 al 52%.