Vale una visita già soltanto per la raccolta del sale, che avviene al tramonto accompagnata sino a tarda sera dal canto dei salinai. Anche quest’anno, fra Trapani e Paceco, si svolge la rassegna “Rosso Aglio e Bianco Sale”, giunta alla sua sesta edizione. L’appuntamento è per venerdì 29 agosto e l’evento si concluderà domenica 31 nella Riserva Naturale Orientata delle Saline di Trapani e Paceco, quasi mille ettari di territorio gestiti dal WWF Italia.

In ciascuno dei tre giorni si ripeterà la raccolta del sale (le informazioni per partecipare sono sul sito www.rossoaglio.it), che si svolge nel rispetto dei metodi tradizionali e prosegue fino al calare della notte: un mestiere che somiglia a un rito, praticato ancora oggi e che caratterizza la costa occidentale della Sicilia, da Trapani a Marsala.

Il nome della manifestazione si deve ai due prodotti tipici della zona: il sale marino di Trapani e l’aglio rosso di Nubia, presidi Slow Food venduti all’interno di una mostra-mercato organizzata per l’occasione in un villaggio gastronomico nei pressi del museo del sale, al quale nei giorni dell’evento si accede gratuitamente e in compagnia degli esperti del WWF e dell’Associazione Saline e Natura.

Il villaggio sarà anche sede di degustazioni di prodotti tipici della gastronomia del versante occidentale dell’isola – il primo posto spetta al pesto alla trapanese, preparato con aglio, basilico, mandorle, pomodoro e olio extravergine d’oliva – oltre che di convegni, momenti musicali, animazione e folclore, in particolare con le dimostrazioni di “intrecciatura dell’aglio”. E a completare la tre giorni all’insegna della bellezze naturalistiche ci sono le visite guidate alla Riserva delle Saline e alla Torre di Nubia. (Foto: Credits Lorenzo Gigante)

www.puntarellarossa.it