Cresciuti a pane a tablet

Sono diventati i compagni di gioco dei nostri figli. Sono le baby sitter cui affidiamo i piccoli quando non vogliamo seccature. Ormai il 46% dei pre-adolescenti li usa, magari cominciando a pochi anni. Non sanno ancora parlare e già maneggiano il tablet. Ma è giusto così? L’allarme degli studiosi più affermati: “Così i bambini rischiano di perdere facoltà mentali essenziali. Rischiano di non sviluppare le capacità per scrivere e fare i conti. E perfino di giocare… non sanno più fare i Lego!”.
I consigli degli esperti ai genitori: “Molto meglio dedicare ai figli almeno il tempo di una lettura insieme, di una favola da raccontare. Internet libero non deve arrivare mai prima dei 12 anni. Meglio dopo”.
E intanto i guru della Silicon Valley mandano i loro figli in una scuola senza tablet!
Con un racconto di Gianni Biondillo

Lezioni di sport
Come imparare a correre la Maratona
Baldini, oro alle Olimpiadi ci insegna a correre senza strancarci
Nel giorno in cui Meucci vince la Maratona agli Europei, il grande Stefano Baldini, oro ad Atene, ci svela tutti i trucchi per correre la maratona e anche per affrontare le nostre corse di ogni giorno. Dalla tecnica – “il movimento della corsa è naturale, non banale, chi corre bene guadagna secondi preziosi – all’alimentazione. Passando per le strategie durante la gara. Una lezione di sport da non perdere per chi vuole correre 42 chilometri, ma non solo.
Claudia Cardinale: “Vi racconto la più bella estate della mia vita
e quando Mastroianni cercava di conquistarmi”
Un racconto inedito della gioventù di quella che sarebbe diventata una delle più grandi dive italiane. E non solo. Da ragazzina di Tunisi a stella mondiale, grazie a poche foto sul Lido di Venezia. Poi i film, le amicizie con i grandi: Mastroianni, Delon, Lancaster, Cary Grant, Fellini, Visconti. E gli amori, Cristaldi e Squitieri.
Il racconto di un’estate e di una vita come non li avete letti mai. 
Addio alla armi
Il turismo della memoria, sui luoghi delle grandi battaglie
Da Canne dove i romani furono annientati da Annibale, a Caporetto, alle trincee della Grande Guerra. Fino ai luoghi del secondo conflitto mondiale. Una guida (regione per regione, dal Nord al Sud) per tornare nei luoghi – spesso splendidi – dove si sono combattute le battaglie più terribili della nostra storia. Per scoprire che il nostro presente è tanto più fortunato, ma anche per imparare la storia e per conservare la memoria di chi ha combattuto anche per noi.
Heidi torna e salva il suo paese
L’incredibile storia dell’eroina dei cartoni animati, personaggio della fantasia che ha salvato un paese in carne e ossa. Maienfeld, sulle montagne svizzere, è rifiorito da quando è stato dichiarato il paese natale di Heidi. Turismo, lavoro, cultura, ma anche conservazione dell’ambiente, tutto grazie alla bimba inventata da Johanna Spyri nel 1880 e poi disegnata dal genio di Miyazaki giusto 40 anni fa.
Forte dei Marmi, addio italiani, ora si beve solo vodka
Era la Mecca della mondanità italiana, dove si incontravano gli Agnelli e i veri ricchi italiani. Oggi non se ne vedono più. Complice questa folle estate le spiagge sono vuote. Ma c’è qualcuno che fa ancora affari: sono i negozi di super lusso. Quelli che vendono ai nuovi signori della Versilia: I RUSSI. Che arrivano con jet o navi private. Che entrano nei negozi esibendo la carta di credito black, senza limiti di spesa. Che acquistano ville da 14 milioni senza battere ciglio. E poi organizzano feste e festini da mille e una notte a base di vodka e modelle.
 

Le rubriche del lunedì

Vivario – di Maurizio Maggiani
Tam tam – di Marina Valcarenghi
Lascia che i bambini – di Tomaso Montanari
Vox Populi – di Alessandro Ferrucci
Il dente del giudizio – Furio Colombo
Le buone pratiche – di Domenico Finiguerra