Grazie al decreto “Sblocca Italia” che garantirà altri 270 milioni di euro di fondi pubblici, possono riprendere i cantieri per il Corridoio Tirrenico Settentrionale (A12), progetto autostradale che ricalcherà l’attuale SS1 Aurelia interamente a pedaggio, ridisegnando la dorsale tirrenica da Livorno a Civitavecchia. Progetto realizzato in project financing, è stato appoggiato da tutte le correnti politiche ed agevolato dalla corsia preferenziale della Legge Obiettivo 2001, nonostante la forte opposizione di cittadini ed associazioni che chiedono l’ammodernamento dell’Aurelia lasciandola pubblica. Una volta costruita, la SAT (Società Autostrada Tirrenica) avrà anche la gestione dell’opera fino al 2045, che si ripagherà dell’investimento con i pedaggi e le stazioni di servizio. Quella che attualmente è una strada panoramica che accompagna i turisti nel cuore della Maremma rischia di diventare un’autostrada deserta, visto l’alto costo del pedaggio e la diminuzione dei flussi di traffico  di Luca Verducci