Potrebbe esserci una svolta nel mistero della cartella clinica rubata a Michael Schumacher. Secondo la Bbc, una società di elicotteri svizzeri è al centro delle indagini sul tentativo di rubare e vendere i documenti medici dell’ex campione di F1. Il procuratore di Grenoble, Jean-Yves Coquillat, ha infatti confermato i sospetti della famiglia Schumacher circa il furto, sostenendo che i documenti sono stati rubati durante il trasferimento da Grenoble all’ospedale di Losanna il 16 giugno

Sempre per la Bbc, anche se il trasferimento è poi avvenuto via strada, inizialmente è stata contattata una società di elicotteri svizzera. La procura di Grenoble sta infatti cercando un computer il cui Ip sembra fare riferimento a un’azienda elvetica a cui erano stati inviati i documenti medici mentre si stava considerando come trasportare l’ex campione a Lausanne.  Il procuratore di Grenoble ha spiegato al Sonntags Blick che non è stata rubata l’intera cartella medica, ma solo una sintesi della relazione. Un documento che sarebbe poi stato offerto a 50mila euro a diversi media via mail. 

L’ospedale universitario di Grenoble, dove Schumacher è stato ricoverato per quasi sei mesi dopo il grave incidente sciistico, ha presentato una denuncia per furto e violazione di segreto medico il 24 giugno, mentre la manager di Schumacher, Sabine Kehm, in queste settimane ha confermato che diversi media hanno ricevuto l’offerta di acquistare i dati e i documenti rubati riguardo la situazione clinica del sette volte campione del mondo. “Non possiamo sapere se i documenti siano davvero autentici. Ma il fatto è che dei documenti sono stati rubati e il furto è stato denunciato alla polizia”, ha detto Kehm, avvertendo che l’acquisto e la successiva pubblicazione è vietata. “I dati delle cartelle cliniche sono privati e non possono essere accessibili al pubblico”, ha detto in una dichiarazione la manager tedesca, sottolineando che in caso di pubblicazione scatterebbe “una denuncia penale”. 

Schumacher si è svegliato un paio di settimane fa dal coma in cui è stato dopo il grave incidente sugli sci subito il 29 dicembre sulle nevi di Meribel ed è attualmente in un ospedale di Losanna. Nei mesi trascorsi in Francia non è filtrata quasi nessuna informazione sullo stato di salute di Schumi, anche se ci sono stati diversi tentativi di violare la privacy dell’ex pilota.