Un canale televisivo palestinese ha diffuso le immagini del violento pestaggio del 15enne Tariq Abu Khedeir, un ragazzino di nazionalità americana che in questi giorni si trovava in Palestina. Si tratta del cugino di Mohammed Abu Khdeir, il giovane palestinese ritrovato morto e carbonizzato mercoledì a Gerusalemme. Una notizia che ha scatenato violente proteste da parte dei palestinesi. Il video probabilmente è stato girato giovedì mentre erano in corso degli scontri nel quartiere di Shuafat. La polizia israeliana è intervenuta per arrestare alcuni manifestanti che, secondo la versione ufficiale, sarebbero stati fermati a volto coperto e in possesso di coltelli. Sono oltre 600 gli arresti fatti nei campi profughi e nelle città palestinesi negli ultimi giorni. L’esercito israeliano ha fatto centinaia di raid in Cisgiordania per trovare i colpevoli dell’uccisione dei tre coloni. Durante le incursioni i militari israeliani vengono spesso bersagliati da pietre lanciate dai ragazzini del posto. La famiglia di Tariq assicura che il giovane stava solo assistendo agli scontri, senza prendervi parte. Secondo il portavoce della polizia israeliana il video è stato manipolato