Durerà fino al 31 dicembre 2014 lo stato di emergenza nell’isola del Giglio. Il termine attuale era il 31 luglio. Prorogata fino alla fine dell’anno quindi la gestione commissariale, da parte del capo del dipartimento della Protezione civile Franco Gabrielli, per le operazioni di rimozione del relitto della nave Costa Concordia, nonché i provvedimenti connessi. Lo ha stabilito un emendamento al dl Proroga commissari del governo approvato dall’Aula del Senato.

Così come la gestione emergenziale viene prorogata anche l’istituzione dell’Osservatorio di monitoraggio, anche per quanto concerne gli aspetti di natura ambientale, che prevede la partecipazione di un rappresentante della Regione Toscana, con funzioni di presidente, del ministero dell’Ambiente, del dipartimento della Protezione civile della presidenza del Consiglio, dell’Arpat, della Provincia di Grosseto, del Comune dell’Isola del Giglio, del ministero dell’Interno, del ministero delle Infrastrutture, dell’Ispra, della Capitaneria di porto, del ministero della Salute e dell’Istituto superiore della sanità.